24 dicembre 2012

Analisi dei punti focali del "Layer istituzionale"

Ho chiuso l'ultimo post con la promessa di parlare delle cooperative.
Innanzitutto parliamo di principi:
L'obiettivo di un "layer istituzionale" nella mia visione è quello di porsi come una sovrastruttura che svolga le funzioni di:
  1. aggregatore di soggetti che perseguono lo stesso fine,
  2. promotore della collaborazione e conoscenza tra i soggetti
  3. strumento di definizione  di standard e organo di garanzia
  4. offrire occasioni di lavoro
  5. offrire una consulenza ed un supporto fiscale, legale e finanziario 
  6. offrire servizi commerciali 
  7. offrire occasioni di formazione 
  8. creazione di strumenti di valore per tutti i soggetti
Ho scoperto anche grazie ad un utilissimo seminario che
ho seguito giovedì 20 dicembre presso la sala conferenze di "Porta futura" nel cuore di testaccio a Roma che la soluzione istituzionale di cui parlavo è già prevista dalla legge: la cooperativa.

La cooperativa ha un ideale di fondo che aumenta il valore intrinseco di questo progetto che si chiama mutualità:
l'obiettivo primario non è il profitto per la cooperativa stessa ma la possibilità di creare vantaggi per i propri soci, il capitale è solo uno strumento di sostegno alla struttura e non si trasforma nell'organo direttivo poichè è l'assemblea dei soci che regna sovrana ed ogni testa vale un voto.

Il mio intento è creare una struttura che si preoccupi dei punti elencati sopra, e che, come una cooperativa, non persegua il profitto ma la creazione di un contesto operativo dove le persone siano stimolate ed invogliate a collaborare, per creare nuove occasioni e magari strutturare all'interno di questo Layer gruppi coesi che possano esporsi nei confronti di terzi, come entità solida e non come "gruppo di lavoro", che sia in grado nel tempo di produrre degli strumenti comuni o occasioni di formazione o addirittura che possa esprimere idee o prodotti da promuovere sul mercato dei contenuti.

Da questo momento i prossimi otto post saranno dedicati ad ognuno degli argomenti della lista,
se ti va di confrontarti con me, aiutami con critiche costruttive, anche dure se serve, ad analizzare le proposte da punti di vista diversi.
Il mio obiettivo è arrivare a creare una carta d'intenti la più condivisibile possibile e di promuoverla tra tutti coloro che intendono prendere parte a questo progetto.

Grazie