8 febbraio 2013

Punto 2: Promuovere la collaborazione

Continuando l'analisi della cooperativa ritengo focale per la sua efficacia il superamento delle barriere psicologiche della mancanza di conoscenza e fiducia dei propri colleghi e potenziali collaboratori.

Uno degli elementi che più frena le persone a collaborare è l'incertezza del risultato che il prossimo può offrire.
Io stesso ritengo che devo avere ampi margini di manovra nel caso debba sopperire alle mancanze
che possono essere create nell'esecuzione di un  prodotto.

I principali elementi di rischio sono:

  • inaffidabilità: avrò il materiale nei tempi definiti?
  • scollamento qualità tra il promosso ed il realizzato: siamo sicuri che quello che vedo nello showreel del potenziale collaboratore corrisponde a ciò che sa realizzare o mi viene venduto fumo?
  • capacità comunicativa: probabilmente chi collabora con me è bravissimo ma la sua mancanza di comunicazione non mi permette di pianificare il mio lavoro e di creare dei correttivi in corso d'opera in caso di necessità
  • disponibilità: in caso di problemi nella produzione sarà sufficientemente duttile da aiutarmi a sostenere i momenti di crisi o l'instabilità del cliente?
  • capacità ricettiva: sarà in grado di trasformare le mie richieste nel prodotto che immagino? 
  • costo: il prezzo per il suo operato sarà in linea con le mie aspettative? 
Immagino che chiunque si sia posto queste domande ogni volta che ha pensato ad una potenziale collaborazione (che non sia puramente ludica) con qualcuno.

Ritengo che al di là delle buone intenzioni l'unico modo per conoscere il prossimo e decidere se è la persona giusta con cui collaborare è testarsi reciprocamente realizzando dei progetti assieme.

L'ideale sarebbe avere progetti la cui durata sia sufficiente per assumersi il rischio ma sappiamo che molto spesso questo tempo non ci è concesso.
L'altra possibilità è creare dei prodotti fini a se stessi come progetti pilota per simulare delle situazioni operative reali; in questo caso, non essendoci il peso della responsabilità di portare a termine la produzione si tende a non operare correttamente o ad abbandonare la lavorazione in caso sopraggiungano impegni o interessi diversi.

La cooperativa dovrebbe promuovere progetti che creino il contesto adeguato per facilitare e attivare le collaborazioni sotto forma di:
  1. esame di abilitazione 
  2. contest a premi per mescolare i team
  3. progetti di proprietà della cooperativa dove il committente è la cooperativa stessa e tutti possono partecipare