24 agosto 2011

Open Source Software... Specchietto per le ALLODOLE?

Sai quanto costano le licenze software per poter lavorare nel settore della CGI?
Un casino di soldi!
Pensa che nel mio studio siamo solo in 6 e se volessi lavorare con software blasonati come maya, houdini, nuke o affini sarei costretto a spendere intorno agli 80.000 € il primo anno e poi circa 10.000 € per tutti gli anni a seguire per poter mantenere gli strumenti aggiornarti  all'ultima versione disponibile....

E si è proprio una bella sommetta, per una realtà come la mia pariliamo di un valore pari al 20% del fatturato annuo... un voce di spesa davvero pesante!

Io questi soldi da spendere non li avevo quando ho iniziato e non li ho neanche ora... e allora?
vale la pena pensare a strategie alternative?

Potrei usare delle licenze craccate ma
non la ritengo una scelta giusta, voglio restare nella legalità ed operare con dignità.
Potrei usare del software Open Source! Bhè, sembra un'ottima idea, in fondo è gratis e se funziona bene... perchè non provare!

Io l'ho fatto, nel 2006.
Oggi posso tirare le somme e parlarti della mia esperienza sia da un punto di vista tecnico che  finanziario.

Cercherò di non essere troppo noioso:

in termini finanziari il valore di un bene non viene imputato nella sua interezza nell'anno fiscale in cui viene acquistato ma è spalmato (a seconda della sua durevolezza) lungo il periodo del suo sfruttamento.
è ragionevole pensare che l'ammortamento di un software, sia frazionabile in 5 anni.
In maniera semplificata, se sommiamo il costo iniziale di 80.000 € con l'aumento annuo di 10.000 (per gli aggiornamenti) noteremmo che il costo/anno del software corrisponde a:

anno 1= 16.000 € (1/5 di 80.000)
anno 2 = 18.000 € (1/5 di 80.000 + 1/5 di 10.000)
anno 3= 20.000 €  (1/5 di 80.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000)
anno 4 = 22.000 € (1/5 di 80.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000)
anno 5= 24.000 € (1/5 di 80.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000)
anno 6 = 10.000 € (1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000 + 1/5 di 10.000)


Il massimo dell'ammortamento arriva al 5° anno quando la quota iniziale raggiunge l'ultimo anno di imputazione, mentre dal 6° in poi il costo si consolida a 10.000 € dovuti al rinnovo annuale delle licenze.

Prendiamo come riferimento il primo quinquennio, una media di 20.000€/anno sono una bella sommetta da mettere sul piatto 
Vale però la pena fare una riflessione su quanto costa il personale che opera con questi strumenti.

Non voglio ammorbarti, almeno non in questo post, con il giusto prezzo da pagare per il personale, attestiamoci sul fatto che il valor medio, in Italia, si attesta intorno ai  2.500€ lordi al mese. 
A fare i conti della serva si fa presto ed ecco che 6 persone corrispondono ad un totale annuo di circa 180.000 €

quindi, nel caso preso in esame, le licenze incrementano il costo di produzione di oltre il 10%... 
allora con il software open è possibile essere maggiormente competitivi!

Bhè sarebbe vero se non ci fossero una serie di svantaggi che impattano sul margine positivo!

1. Professionisiti dove siete!!!! - trovare personale a Roma in grado di usare software open è quasi un'utopia! C'è parecchia diffidenza e molti hanno paura che "uscendo dal circolo dei software veri" perdano in competitività sul mercato mondiale
2. Documentazione, quella sconosciuta... - in alcuni casi è davvero estenuante cercare di capire come funzionano alcuni tool, la documentazione è scarsa o spesso superficiale, alle volte bisogna cercare lo programmatore di turno per provare a farsi spiegare come funziona ciò che ha sviluppato e non sempre i risultati sono soddisfacenti...
3. Feature show! - questo è un altro grande classico del mondo open... si implementano dei tool che sono delle figate pazzesche ma poi rimangono ad un livello non utilizzabile per parecchio tempo...

Come considero questi tre svantaggi?
Il Feature show è un problema relativo, evito di usare quei tools e mi organizzo per realizzare  i miei prodotti nei limiti definiti dai miei  strumenti.

La documentazione già inizia ad essere un problema serio e per ovviare appena ho sentore di eventuali difficoltà metto subito qualcuno a studiare il problema in modo da affrontare i rischi già prima di quanto non ne abbia realmente bisogno

Il personale... quello si che è un problema!
Se in termini di ricadute economiche la documentazione fa lievitare il budget del 4/5 % annuo, la disponibilità degli artisti è davvero un'incognita. 
Roma è una città decisamente grande e persone in grado di usare software commerciale si trovano ovunque mentre un artista che sappia usare quello Open è quasi un miraggio!
Negli anni ho dovuto chiamare professionisti da Verona, Lecce, Boston ecc ecc per poter riuscire ad avere una forza produttiva sufficientemente preparata da poter sostenere le necessità produttive e contemporaneamente formare il mio team.  
Non sempre, però, i progetti che realizziamo mi permettono di raddoppiare i costi di produzione semplicemente per sostenere le spese di trasporto ed alloggio di questi artisti.
Posso quindi dire che il personale è davvero l'unico problema serio e che di tanto in tanto mi fa salire la pressione troppo in alto :)

Ti stai domandando se allora ho fatto un passo indetro e sono tornato al software commerciale perchè tutto sommato quel 10% è un costo assorbibile?
Ebbene, nonostante la forte tentazione che più volte si è affacciata, sono rimasto dal lato Open Source della barricata.
Perchè?

1. Perchè il software open è mio e nessuno mai potrà decidere di dismetterlo semplicemente perchè i margini di guadagno sono leggermente inferiori alle aspettative (vedi la fine di shake o combustion)
2. Perchè posso finanziare lo sviluppo di un tool e sapere che non sarà una fatica sprecata
3. Perchè posso metterci le mani sopra e se ne ho bisogno posso modificarlo a mio piacimento... questa non è un'utopia, l'abbiamo fatto per davvero... o si se l'abbiamo fatto:

4. Perchè molto spesso chi sviluppa software open lo fa anche per puro spirito di ricerca e alcuni tool sono davvero una figata!

Ma soprattutto perchè ho un'idea megalomane..... :)
Perchè credo che se invece di sprecare i soldi per seguire gli interessi di una software house  li investo in  una piattaforma comune con la quale competere e collaborare con altri studi come il mio allora avrò gettato le basi per rivoluzionare un modello di business obsoleto che non fa altro che sostenere chi può permetterselo.... ma questa è un'altra storia....